NEWSLETTER

Lettori fissi- ISCRIVITI!

sabato 23 dicembre 2017

RECENSIONE "IL SOLE DELL'ISOLA" di Red David

dicembre 23, 2017 4 Comments
Salve lettori! Oggi vi voglio parlare di un libro di un mio concittadino, Red David. Un viaggio in una terra straordinaria, la Sicilia; non un viaggio turistico, ma un viaggio introspettivo! 
"Il sole dell'isola" è il romanzo d'esordio di Red, grazie al fenomeno del  self-publishing.
Premetto che essendo Siciliana sono stata subito incuriosita da questa storia! Ma soprattutto dal ricrearsi di ambienti e scenari della nostra terra. Quindi se siete Siciliani o amate questa regione, sicuramente non potete perdervi questa storia.

Andiamo a vedere meglio la scheda!
TITOLO: Il sole dell'isola
AUTORE: Red David
PREZZO CARTACEO: 4.42€
PREZZO EBOOK: GRATIS
NUMERO PAGINE: 159

TRAMA:Piero Merini è il classico imprenditore senza scrupoli.
La società da lui fondata, la Merini Tecnology, aspira a diventare un colosso del settore tecnologico. Affinché ciò accada, Piero utilizzerà ogni mezzo lecito e illecito puntando tutto sul motto: 
“gli affari sono sempre e solo affari. ”Ma è giusto cosi?
Il viaggio in una terra straordinaria sarà l’occasione per stabilire una volta per tutte che:
“Il fine non giustifica i mezzi.”



ABOUT THE AUTHOR: Red David è uno scrittore nato nel 1981 a Catania, in Sicilia. Questo è il suo primo romanzo auto-pubblicato grazie al fenomeno del self-publishing.




La storia si apre con la descrizione del nostro protagonista, Piero Merini, un uomo pieno di sé e narcisista quanto basta, tant'è che vedendo la sua immagine riflessa allo specchio afferma "Il Merini". Delirio di onnipotenza, direi.
Anche se le altre persone non hanno lo stesso suo parere, non pensano che Merini sia un uomo perfetto, da emulare, anzi tutto il contrario. Peccaminoso per la sua superbia!
Un personaggio del tutto particolare e sopra le righe.

Piero è il proprietario della "Merini Tecnology" e il suo obbiettivo è la fusione con un'altra grossa società, "L'internet Activity" e per raggiungere questo scopo è disposto a fare di tutto!
"Il sole dell'Isola" prende il titolo dall'omonimo hotel siciliano che è in vendita. E tra l'hotel e Merini ci sarà un bel collegamento, che non posso svelarvi.

Partendo dal fatto che la famiglia Merini è del Nord e, purtroppo, guardano le popolazioni del Sud con occhio dispregiativo, voleranno in Sicilia, per concludere un affare importantissimo.
E quello che sembra iniziare come un viaggio d'affari, appunto, si trasforma in un viaggio psicologico, alla ricerca del proprio Sé.
Una storia realistica, dai tratti forti, anche se in alcune espressioni è presente un sottile velo di ironia che equilibra la narrazione.

Numerosi sono i colpi di scena e la storia viene narrata principalmente grazie ai dialoghi che si rivelano molto ricchi. 

italie sicile GIF by BFMTVGran parte della storia, se non tutta, si svolge a Catania e l'autore offre una vasta gamma di descrizioni paesaggistiche, soprattutto l'immensità del vulcano più alto della placca euroasiatica, l'Etna, o meglio a' Muntagna.

Tra le varie vicissitudini Merini riuscirà a capire che "Il fine non giustifica i mezzi"?
Una storia a tratti di formazione con una morale interessante!

Lascio a voi questa scoperta!

Un bell'inizio per Red, che da poco si è affacciato sul panorama editoriale. Ringrazio l'autore per avermi dato la possibilità di leggere il suo romanzo e sono sicura che continuerà con racconti sempre più complessi e introspettivi!

venerdì 22 dicembre 2017

RECENSIONE "STELLE IN SILENZIO" di AnnaPaola Prestia

dicembre 22, 2017 0 Comments
Hello readers! Oggi vi voglio parlare del romanzo di esordio di AnnaPaola Prestia "Stelle in silenzio" una storia a tratti drammatica, con una grande morale!
Ringrazio l'autrice per avermi dato la possibilità di leggere la sua storia, che mi ha particolarmente colpita e commossa.
Premetto che nella descrizione della vicenda sarò piuttosto vaga, in quanto non amo, come sapete, fare spoiler. E dato che questo romanzo è ricco di colpi di scena, non voglio togliere a un possibile lettore il gusto di scoprirli.

Andiamo a vedere insieme la scheda del libro!

TITOLO:  Stelle in silenzio
AUTORE: AnnaPaola Prestia
CASA EDITRICE: Europa Edizioni
NUMERO PAGINE: 248
PREZZO CARTACEO: 13.52€
LINK DIRETTO PER L'ACQUISTO

TRAMA: Un ultimo viaggio. Insieme. Una madre che sta morendo lentamente per un male che la divora ed una figlia che si inietta la vita nelle vene per difendersi dalla realtà che l'ha uccisa tanti anni prima. Un ultimo viaggio. Insieme. Millecinquecento chilometri da percorrere in tre giorni. È l'ultimo desiderio di una madre che sa dove vuole andare e perché, mentre la giovane Kara non fa altro che onorare a malincuore una promessa. È un viaggio che cambia tutto, un viaggio alla ricerca di una verità rimasta nascosta per tanti anni, come un segreto pericoloso che ha bisogno di troppa forza per poter essere rivelato. O ascoltato. Cosa si cela tra le pieghe della vita di quella donna? Perché quella ragazza si
comporta in modo così superficiale, se nel suo cuore è nascosta una purezza di cui lei stessa non sa niente? Il viaggio della rivelazione. L'ultimo desiderio. Quello di una madre che ha amato sua figlia senza riserve, ma senza riuscire a spiegarlo né a dimostrarlo. Perché dietro quegli occhi c'è ancora un altro amore che strazia il cuore, da cui proviene un odore di morte.


ABOUT THE AUTHOR: AnnaPaola è nata a Gorizia il 6 novembre del 1979. Siculo-Istriana di origine e Monfalconese di adozione, lavora dividendosi tra la sede della cooperativa per cui collabora a Pordenone e Trieste, città in cui gestisce il proprio studio psicologico. Ama scrivere. Dal primo racconto iniziato all’età di cinque anni ai romanzi a puntate e alle novelle pubblicati su riviste a tiratura nazionale, passando per oltre venti pubblicazioni in lingua inglese su altrettante riviste scientifiche specializzate in neurologia e psicologia fino al suo primo romanzo edito “Caro agli dei… ” la strada è ancora tutta in salita ma piena di promesse. Oltre a diverse fan-fiction pubblicate su vari siti internet, ha partecipato alla prima edizione del premio letterario “Star Trek” organizzato dallo STIC – Star Trek Italian Club, ottenendo il massimo riconoscimento. Con suo fratello Andrea ha fondato la U.S.S. Julia, un fan club dedicato a Star Trek e alla fantascienza. Con suo marito Michele e il suo migliore amico Stefano, ha aperto una gelateria a Gradisca d’Isonzo, interamente dedicata alla fantascienza e al fantasy, nella quale tenere vive le tradizioni gastronomiche della Sicilia sposandole amabilmente con quelle del Nord Est d’Italia





Una storia profonda, di due anime fragili e deluse dalla vita.
Kara e Maria.

Maria è quasi arrivata al capolinea, sa che sta per lasciare questo mondo, ma prima di farlo è necessario che sua figlia, Kara, conosca tutta la verità. La verità della sua vita.
E per farlo le due donne intraprenderanno un viaggio di tre giorni. La meta di mamma Maria è piuttosto emblematica e solo raggiungendola si può arrivare alla risoluzione di tutti i loro problemi. Forse.

Maria è una donna che ha vissuto una vita travagliata, ha perso una bambina e ha ricevuto tante batoste sul campo "Amore". Neanche la sua infanzia è stata rosea. La morte della madre, la vita in collegio, hanno segnato profondamente questa donna, sin dalla tenera età. Conflitti mai risolti, trascinati negli anni.
Una donna indecisa, a tratti inconsapevole. O forse questa è solo una maschera...
Ma giunta a un determinato punto della sua vita, è decisa a svelare tante verità alla sua Kara.

Kara, dall'altra parte, non ha un gran rapporto con Maria, anzi è piuttosto distaccata. Questo, ovviamente, ha portato a mutare i suoi atteggiamenti nei confronti del prossimo e del mondo interno.
Kara ha perso la fiducia, in primis in sé stessa, e poi verso gli altri.
Un castello di bugie, un fragile castello di vetro, costruito con i mattoni della menzogna. E' questa la vita di Kara.

lady bird crying GIF by A24Ma forse l'epilogo di questo viaggio potrebbe non essere così gioioso.

Una folle corsa alla ricerca della verità!


"Negli anni sei giunta a detestare tutto ciò che avrebbe potuto avvicinarci."

Un rapporto complicato tra le due, fatto di rancori, di realtà nascoste.
Ma non è mai troppo tardi per ricominciare...

Una storia potente, drammatica e romantica, un ossimoro!
Lo stile è diretto e tagliente. Tutte le emozioni provate dalle protagoniste riusciamo quasi a sentirle sulla nostra pelle.

L'autrice è stata davvero brava nell'intrecciare vicende, tra passato e presente e trovando un senso logico e valido a tutti questi collegamenti che non risultano "campati per aria".

Un esordio davvero sorprendente, una storia che riesce a colpirti nel profondo. AnnaPaola ha avuto la grande abilità di saper comunicare i sentimenti dei personaggi in maniera del tutto genuina.

Consiglio questa storia per chi ha voglia di leggere un romanzo contemporaneo, con una trama forte e commovente, incentrata sui legami famigliari.

Mi complimento con l'autrice per il suo lavoro! E voi, cosa ne pensate? Lasciate qui sotto un commentino.
Alla prossima!

lunedì 18 dicembre 2017

SEGNALAZIONE "I DONI DI MADRE TERRA" di Chantal Lazzaretti

dicembre 18, 2017 2 Comments

Hello readers! Oggi vi voglio segnalare un romanzo dai tratti quasi futuristi, ma caratterizzato da sentimenti molto vicini a noi. Sto parlando de "I doni di Madre Terra" di Chantal Lazzaretti.
Andiamo a vedere insieme la scheda informativa!


Titolo: I doni della Madre Terra 
Autore: Chantal Lazzaretti 
Casa editrice: Linee Infinite Edizioni 
Pagine: 402
Costo: 15€
link di acquisto:


Trama:
In un futuro lontano, il genere umano si trova coinvolto in un’avventura straordinaria alla
riscoperta del pianeta Terra. Gli uomini arrivano da un mondo senz’anima, tecnologicamente avanzato ma ormai privo di ri­sorse, per ritornare alle origini.
Vogliono ripercorrere le orme dei propri avi, riscoprendo la vita senza le barriere e i filtri

imposti dall’utilizzo costante della tecnologia.
Madre Natura è pronta ad acco­gliere i propri figli regalando loro gioie e sfide da affrontare.
Tutto è nuovo e molte cose sono cambiate sulla Terra. Alexy vive sulla propria pelle quest’avven­tura e, insieme ai suoi compa­gni, scopre i misteri di questo nuovo pianeta. Il mare è senza dubbio l’attrattiva più grande e i suoi segreti richiamano l’atten­zione della ragazza.
Qualcosa la segue costantemen­te nelle sue esplorazioni marine e un ragazzo dai profondi occhi blu le compare davanti miste­riosamente. Una presenza ma­gnetica, ipnotica, che porta Alexy ad innamorarsi di lui perdendo di vista la realtà.
Fantasia e certezze si alternano.
Nuovi luoghi ed esseri straor­dinari si susseguono mettendo in dubbio la presenza del ra­gazzo dagli occhi blu. Molte domande tormentano Alexy. Di chi si potrà fidare? Chi dice la
verità? Qual è la realtà? Chi de­ve temere?


About the author:Chantal Lazzaretti (1988) vive a Reggio Emilia. Sensibile, curio­sa, decisa, mostra da sempre interessi per l’arte in tutte le sue forme. Curiosità storiche e scientifiche, viste nel più vasto quadro della condi­zione umana, sono l’humus della sua narrazione, alimenta­te da una particolare visione e lettura del mondo antico e con­temporaneo. La passione per il fantasy, la fantascienza, il thril­ler, e la loro intersezione, costi­tuisce nucleo e ragione dei suoi racconti. I “Doni della Madre Terra” è il suo primo romanzo.


Spero che questa segnalazione vi torni utile! Aiutiamo Chantal a farsi conoscere nel panorama editoriale e complimenti per questo sul primo esordio!

martedì 12 dicembre 2017

INTERVISTA A GLENN COOPER- il Re del Thriller storico americano

dicembre 12, 2017 4 Comments
Hello readers! Con grande onore vi porto qui sul blog l'intervista al "Re del Thriller storico americano" stiamo parlando di Glenn Cooper.
In libreria con il suo ultimo romanzo "Il debito" e famoso per la sua trilogia sui "dannati" ha conquistato il cuore di milioni di lettori, da ogni parte del mondo, per il suo carisma e il suo interesse per la storia Vaticana. Gentilissimo con i suoi fan, trova sempre il tempo di rispondere ad ogni singolo messaggio.
Vi avevo già parlato della sorpresa che aveva fatto a mio papà, suo grandissimo fan, spedendogli una dedica con autografo annesso, per il suo compleanno. Ennesima dimostrazione della sua disponibilità. 
Sono davvero lusingata di essere riuscita a intervistarlo! Quindi bando alle ciance troverete l'intervista tradotta e anche l'originale, in lingua inglese, più in basso.
Se vi è piaciuto l'articolo lasciate un commento qui sotto, chissà magari Glenn li leggerà :)

Ovviamente ringrazio di cuore l'autore per questa splendida possibilità!





1. La tua carriera letteraria inizia negli anni '90. Quando e come hai capito che la carriera medica non era la tua strada?
Quando ero un medico e più tardi, quando stavo facendo ricerche in ambito medico, ho sempre scritto sceneggiature durante la notte e nei fine settimana, come un modo per soddisfare i miei impulsi creativi. Anni dopo ho pensato di provare a scrivere un romanzo. "La biblioteca dei Morti" è stato un bestseller e ho scritto a tempo pieno da allora.

2. Il tuo primo libro è “La biblioteca dei morti”; il manoscritto è stato presentato a sessantasei agenti letterari e sessantacinque rifiutarono. La determinazione paga sempre. Cosa vuoi consigliare agli scrittori esordienti, che cercano di farsi spazio nel mondo dell'editoria?
In questi giorni è troppo facile auto-pubblicarsi. Il percorso migliore, a mio parere, deve essere davvero determinante e persistente, e cercare di ottenere un agente letterario che sia interessato al tuo libro. E 'difficile sfondare la folla del self-publishing. Un editore tradizionale vi darà le migliori possibilità di successo.

3. “Il debito” è il tuo ultimo libro, un viaggio tra i dannati dell'inferno. Da dove viene il tuo interesse per gli affari vaticani?
IL DEBITO, come molti dei miei libri, coinvolge affari vaticani. Se siete interessati alla storia d'Europa - come lo sono io - allora si deve essere interessati alla storia della Chiesa cattolica, e alla storia del Vaticano. Essendo un'istituzione piuttosto misteriosa e opaca, il Vaticano fornisce uno scrittore con una fonte inesauribile di materiale.

4. Quale iter segui prima di scrivere una storia? Cosa ispira la stesura dei tuoi libri?
Tutto inizia con una nuova idea, qualcosa che mi interessa. Se non mi interessa, il lettore non lo sarà neanche. Mi piace esplorare temi provocatori che coinvolgono la fede, la scienza, gli scontri tra bene e male. Una volta che ho optato per un'idea, la storia segue da sé.

5. Secondo te, quali sono gli ingredienti per la scrittura di un buon libro?
1. Grande concetto. 2. grandi personaggi. 3. Grande scrittura.

6. Sei stato chiamato "Il Re del Thriller storico americano" hai mai pensato di raggiungere questa fama internazionale?  Come ti senti a riguardo?
Ah. Dovrò dire a mia moglie che lei è la regina!

7. Con quale libro ti descriveresti?
Suppongo che LA MAPPA DEL DESTINO, è il libro che meglio riflette la mia vecchia vita - quando ero un giovane archeologo.E' stato divertente scrivere delle grotte dipinte di Francia.

8. Nel 2012 hai ricevuto la cittadinanza onoraria della città di Solofra, Campania. Ti è piaciuta l'Italia? Che rapporto hai con i tuoi fan italiani?
Ho un rapporto molto stretto con i lettori italiani e la cultura italiana. In realtà, io sono pazzo innamorato dell'Italia - cosa posso dire?

9. Sei è stato in servizio in Thailandia come un medico di guardia. Quello che hai lasciato questa esperienza?
E 'stata un'esperienza molto incisiva, lavorando in una zona di guerra. Ci penso spesso e sono contento che alcuni medici si dedichino a questo tipo di lavoro. Semplicemente non era il modo in cui volevo vivere la mia vita.

10. Cosa rappresenta per te la scrittura? Parlaci un po 'di Glenn.
Sono solo un tipo fortunato che arriva a sedersi su una sedia e scrivere tutti i giorni!









English interview.


1.  Your literary career begins in the 90s. When and how did you understand that your medical career wasn’t your way?
When I was a doctor and later when I was doing medical research I always wrote screenplays on nights and weekends as a way to satisfy my creative urges. Years later I thought I would try writing a novel. Library of the Dead was a bestseller and I've been writing full-time ever since.

2. Your first book is “The library of Death”; the manuscript was presented to sixty-six literary agents and sixty-five refused it. Determination always pays. What do you want to advise good young writers, that trying to make space in the publishing world?
These days it's too easy to self-publish. The better path, in my opinion, is to really be determined and persistent and try to get a literary agent interested in your book. It's hard to break through the crowd in self-publishing. A traditional publisher will give you the best chance for success. 

3.   “Il debito” is your last book, a journey among the dannati of hell. Where did your interest come from, for the Vatican affairs?
IL DEBITO, like several of my books, involves Vatican affairs. If you're interested in the history of Europe -- as I am -- then you must be interested in the history of the Catholic Church, and the history of the Vatican. As a rather mysterious and opaque institution, the Vatican provides a novelist with an endless source of material.

4.   Which iter you follow before writing a story? What inspires the writing of your books?
It all starts with a fresh idea, something that interests me. If I'm not interested, the reader won't be either. I like to explore provocative topics involving faith, science, clashes between good and evil. Once I've settled on an idea, the story follows.

5.   According to you, what are the ingredients for writing a good book?
1. Great concept. 2. Great characters. 3. Great writing.

6.    Have you been called "The King of the American Historical Thriller" had you ever thought about reaching this international fame?  What do you feel about this?
Ha. I'll have to tell my wife that she's the queen!

7.   With which book would you describe yourself?
I suppose that LA MAPPA DEL DESTINO, is the book that best reflects my old life -- when I was a young archaeologist. I certainly had the most fun visiting and writing about the painted caves of France.

8.   In 2012 you received the honorary citizenship of the city of Solofra, Campania. Did you like Italy? What relationship do you have with your Italian fans?
I have a very close relationship with Italian readers and Italian culture. In fact, I'm crazy in love with Italy -- what can I say?

9.   You have been in service in Thailand as an emergency doctor. What did you leave this experience?
It was a very impactful experience, working in a war zone. I think about it often and I'm glad that some doctors dedicate themselves to this kind of work. It just wasn't the way I wanted to live my life.

10. What represent writing for you? Tell us a little about Glenn.
I'm just a lucky guy who gets to sit in a chair and write every day!

sabato 9 dicembre 2017

Review tour "HO SCOPERTO L'AMORE" di Margaret Mikki

dicembre 09, 2017 0 Comments

Hello readers! Continua la rubrica #ADESSOSCRIVOIO. In cosa consiste? Bene, ho voluto dare la possibilità ai miei lettori e/o a chi vorrebbe aprire un blog di lettura e non sa come strutturarlo, di scrivere un articolo (recensione, ultime uscite etc...) che riguardi comunque sia il mondo dei libri. Cammilla Oliva ci parla, oggi, di "HO SCOPERTO L'AMORE"  di Margaret Mikki.
Andiamo a vedere insieme la scheda del libro e la nostra doppia recensione!

Titolo: Ho scoperto l'amore.
Autore: Margaret Mikki.
Prezzo cartaceo: 12,35€
Prezzo ebook: 2,99€
Editore: Lettere animate.
Anno edizione: 2017

Pagine: 218 p.

Trama:A ventuno anni non si può non innamorarsi. Ma Rama Hover crede a ciò che le viene detto, che nessuno può amarla. Per colpa del suo passato turbolento, Rama si costruisce una corazza, finché non riesce a fuggire dalla prigione che chiama casa. Con le sue sole forze riesce a cambiare ed avere una nuova vita. Fin quando il destino non vuole che incontri Ian, dal carattere scherzoso e allo stesso tempo molto duro. Riuscirà Ian a buttare giù il muro che Rama ha costruito tra sé e il mondo?

LINK ACQUISTO


L'opinione di Camilla.
Grazie a @livingamongthrbooks ho potuto leggere il libro di Margaret in anteprima. Devo dire che mi in generale mi è piaciuto, anche se ho trovato sia l'inizio che il finale un po' scontati. Personalmente non amo molto questo genere di libri ma ammetto che la storia in sé l'ho trovata molto carina, descritta e sviluppata molto bene come anche i personaggi, a cui non ci si poteva non affezionare. L'unica grande pecca è il modo in cui il libro è scritto. Molte parti della storia tra errori di battitura ed errori grammaticali non sono riuscita molto a comprenderle. Nonostante ciò consiglio la lettura del libro a chiunque abbia bisogno di un po' d'amore. 

La mia opinione.
Rama e Ian sono dei validi personaggi e riescono a farci sognare. Il percorso della protagonista è molto introspettivo e di crescita personale.
the vampire diaries kiss GIF
Rama è una ragazza con una storia travagliata, qualcuno in disperata ricerca di amore, che purtroppo nella sua vita ha solo ricevuto schiaffi.
Ian non è certamente un personaggio semplice, con un passato altrettanto chiaro.
I due, però, riusciranno a trovare un punto d'incontro?
La storia è valida, anche lo stile è piacevole e frizzante. L'unico problema sono alcuni refusi che non danno la possibilità di leggere il testo in maniera lineare.
Ma la buona notizia è che è stato già preso provvedimento per questo!
Facciamo un grosso in bocca al lupo all'autrice!










Sei un lettore, un emergente blogger o hai voglia di aprire un blog, ma vorresti fare gavetta? Manda un'email nel box "modulo di contatto" e sottoponici una recensione o articolo libresco. Se il tuo stile è conforme alle linee del blog saremo felici di pubblicare l'articolo e/o affidarti del materiale su cui lavorare. Vi aspettiamo.

RECENSIONE "UNO STRANO INCONTRO" di Raffaella Spano

dicembre 09, 2017 0 Comments
Hello readers! Eccoci qui con una recensione dai toni decisamente romance, stiamo parlando di "Uno strano incontro" di Raffaella Spano.
Vi voglio anticipare che l'autrice ha un profilo blog, vi lascio qui il link RAFFALIBRI , se vi va vi invito a seguirla, le sue foto sono super carine.
Ma ora veniamo al romanzo dell'autrice.
Vi lascio qui si seguito la scheda informativa e poi ne parleremo insieme!

TITOLO: Uno strano incontro
AUTORE: Raffaella Spano
EDITORE: INDEPENDENTLY PUBLISHED
NUMERO PAGINE: 283 (Copertina flessibile)
PREZZO EBOOK: Gratis
PREZZO CARTACEO: 10,00€

TRAMA:Leggiamo spesso di dolci e brave ragazze che si imbattono e si innamorano dei classici - e ormai noiosi - bad boy tatuati, bipolari, stronzi e bellissimi. Ma cosa succederebbe se la fidanzata di un bad boy si imbattesse in un uomo che è l'esatto opposto del suo ragazzo? Questo nuovo romanzo parla di Mia: una ragazza sveglia, solare e troppo strana. Fidanzata con Matteo dai tempi del liceo. Un ragazzo terribilmente stronzo, libertino e parecchio piacione. Mia è davvero presa da lui. Sono una coppia affiatata e scellerata. Belli e (in)separabili ma... il destino si divertirà a giocare con la vita di Mia. Durante una vacanza a Formentera, Mia incontrerà, anzi, si scontrerà con Edward: un sofisticato inglese dirigente di una grossa multinazionale. Un uomo molto sicuro di sé. Elegante. Gentile e dai modi sensuali e attraenti. L'ampia differenza di età tra i due è palese, ma i loro incontri casuali diventeranno ben presto molto frequenti, strani ed elettrici che metteranno Mia a dura prova e che le faranno vedere il suo fidanzato sotto una luce ambigua e parecchio diversa.

ABOUT THE AUTHOR: Raffaella è una moglie e una mamma con la grande passione per la scrittura. Tramite il self-published è riuscita a realizzare il suo più grande sogno, pubblicare le sue storie! Anche se il suo obbiettivo è renderle famose a portata internazionale.
Oltre a "Uno strano incontro" ha pubblicato "Amore e altri disastri" e la trilogia di "Rapita" anche se per il terzo volume dobbiamo aspettare ancora un po'.
E' una bookstagram molto attiva sui social. Su "Raffalibri" adora condividere i suoi romanzi in lettura.




Uno strano incontro è un racconto decisamente romance e adatto, prevalentemente, a un pubblico adolescenziale, quindi se vi piace il genere e siete delle grandi sognatrici siete nel posto giusto!
Narra la vicenda di Mia, una ragazza solare e spigliata. Sicuramente nel suo personaggio ognuno di noi può riconoscersi.
Mia è fidanzata da anni con Matteo. Quest'ultimo sembra essere il ragazzo perfetto e avere tutte le carte in tavola per essere l'uomo della sua vita.
Ma non sempre però ciò che in apparenza ci sembra "perfetto" poi lo è realmente. E non sempre andiamo a cercare questa fantomatica "perfezione".
Mia ha bisogno di essere imperfetta, ha bisogno di sbagliare, di cadere e rialzarsi; di essere se stessa!
E forse con Matteo non può esserlo.. forse è proprio lui a renderla una persona diversa.

"Uno strano incontro" proprio come riporta il titolo, è la chiave del romanzo, ciò che rappresenta la svolta nella vita di Mia.
Uno strano incontro porta il nome di Edward, tanto bello quanto dannato.
Agli antipodi rispetto a Matteo, sia per quanto riguarda il fattore anagrafico (Ed ha quindici anni in più rispetto a Mia) sia per quanto riguarda il fattore caratteriale.
Certo, l'autrice nel romanzo ci mostra e descrive questi due uomini, come dotati di grande bellezza e di un certo sex appeal.

Cercherò di non farvi troppo spoiler, ma capite bene che l'incontro con Edward avrà delle conseguenze nella vita di ogni personaggio.

Ma soprattutto Matteo sarà poi così "perfetto" come è stato dipinto all'inizio?
I suoi comportamenti prenderanno una piega del tutto sbagliata, sfociando anche nella violenza.
Indirettamente, Raffaella, ci mostra tutte le azioni che un ragazzo non dovrebbe compiere, l'aggressività non è mai giustificata, qualunque sia la causa!

Nel romanzo viene anche trattato il tema dell'amicizia, quella vera e sincera.

Il personaggio di Mia è dinamico, ed è visibile che ha avuto una crescita durante il corso del romanzo, arrivando alla fine, con una maggiore consapevolezza di sé.

Edward ha guadagnato molti punti, rivelandosi un uomo affascinante e passione.
L'autrice ha delle ottime capacità descrittive, anche per quanto riguarda le scene più intime, che però non sfociano mai nel volgare!

Lo stile è fluido e piacevole, sicuramente è una lettura disimpegnativa, che riesce a coinvolgerti, di fatti ho terminato il libro nel giro di poche ore.


blank space kiss GIF"Le sue labbra di spostano appena sotto il lobo. L'odore salmastro, i raggi del sole e il suo profumo così virile mi annebbiamo. E prosegue la sua scia di baci umidi e salati anche sulla guancia e sull'angolo della bocca..."


Sicuramente una lettura estiva, ma perché no, può essere anche riadattata a questo periodo, sicuramente utile per chi ha letto troppi "libri impegnativi" e vuole prendere una pausa, affrontando un romanzo decisamente più scorrevole.

Non mancano le parti ironiche e comiche che ho decisamente apprezzato! E che sicuramente rendono l'andamento del testo ancora più piacevole.

In conclusione una buona lettura e davvero un gran bell'inizio nel mondo editoriale per Raffaella! Complimenti!

E voi? L'avete già letto?

mercoledì 6 dicembre 2017

"TI ODIO CON TUTTO L'AMORE CHE POSSO" di Tania Favaro #RACCOLTAPOESIE

dicembre 06, 2017 0 Comments
Hello readers! Oggi vi voglio parlare di un libro, che in realtà è una raccolta di poesie e immagini superlative "Ti odio con tutto l'amore che posso" di Tania Favaro, edito da Level82Publishing.
Chi ha detto che poesia, pittura e fotografia non possono andare a braccetto?
Sono pur sempre delle forme di arte!






 "Ti odio con tutto l'amore che posso", titolo di questo libro, è una contraddizione solo apparente. Amare e odiare, infatti, sono modi verbali del medesimo sostantivo: passione.
Non esiste una differenza sostanziale, entrambi i sentimenti rivelano attaccamento estremo a qualcuno o qualcosa, con tutto ciò che ne deriva:
 gelosia per la mancanza di esclusività, incertezza di possesso e angoscia di perdere, dedizione irrazionale. Certo, irrazionale: non si può amare unicamente col cervello, così come non è possibile odiare chi non si ama - chi non amiamo ci è, al massimo, indifferente. La reversibilità di odio e amore è frequente al punto che si potrebbe affermare "Ti amo con tutto l'odio che posso". Del resto, lo insegnava già il maestro - d'amore e di poesia: ancora una volta, tutt'uno - Catullo, cantando la sua Lesbia. "Odi et amo" verseggiava il poeta duemila anni fa, incapace anch'egli di comprendere come un essere umano possa suscitare al contempo l'istinto di desiderare follemente e di detestare senza ritegno. "Non so darmi risposta" riprendeva tormentato, "ma sento che è così, e ne soffro dannatamente".

La traduzione dal latino è libera, però il concetto è preciso: l'amore appassionato non si decifra né si tiene a bada con la mente, si vive con il cuore e i sensi all'erta. E il troppo amore finisce spesso per scinderci: mi fai così soffrire che vorrei non amarti, dis-amarti; non ci riesco, quindi non mi resta che odiarti. "Ti odio proprio perché ti amo". 


Versi in cui ognuno di noi può riconoscersi, di amore, peccato e desidero. Un istinto carnale!
Le poesia sono accompagnate da un quadro o una foto che ne esalta e ne sottolinea il profondo significato.
Un lavoro di certosino "scavo" interiore, alla ricerca del proprio Sé.
Sembra essere celata una contraddizione: AMORE E ODIO. Ma infondo l'odio è un sentimento tanto, troppo forte, quanto l'amore.
Un racconto dell'autrice, libero e senza censura.
Ma in questo suo "libero sfogo" chiunque di noi può immedesimarsi, o attraverso un verso o tramite un dipinto.

Le poesie presentano uno stile fluido, di breve o media lunghezza, ma comunque di facile lettura e comprensione, anche per quanto riguarda l'analisi del testo.




"Quanti di noi possono dire di esser stati sempre coerenti tra vissuto e passato?" 
Ecco che anche qui l'autrice lancia un appello, una domanda aperta, a cui nelle strofe successive cerca di rispondere, lasciando comunque libero il lettore di dare una propria opinione per conto suo.

Una sensibilità che oscilla tra la fragilità e l'erotismo.
Sicuramente un ottimo lavoro e un testo consigliato per chi è alla ricerca di nuovi talenti, che abbiano delle emozioni da regalarci!!


martedì 5 dicembre 2017

UN INCONTRO SPECIALE! ALESSANDRO D'AVENIA A PALERMO

dicembre 05, 2017 1 Comments
Hello readers! Oggi Paola Cantone, alias la mia compagna di banco, ci parlerà del mitico incontro con il nostro amato professore, Alessandro D'avenia, in occasione del firmacopie di Palermo. Ecco i suoi pensieri, scritti di getto, inerenti alle emozioni che questo incontro le ha lasciato.
Un emozione unica che ha deciso di condividere qui sul blog con noi!







 "Buona domenica, cari lettori! Sono Paola Cantone, la compagna di banco della vostra meravigliosa books blogger!
Spesso mi ritrovo a scrivere, mi lascio trascinare dai pensieri e porto fuori dei piccoli frammenti della mia anima. Oggi vi parlerò del mio indimenticabile incontro con il nostro amatissimo prof (uno dei miei scrittori preferiti), ovvero Alessandro D'Avenia. Grazie a mio zio (giornalista) ho avuto l'occasione di poterlo intervistare, fermando il tempo e conservando le sue parole nel mio cuore.
Posso confermarvi che le aspettative non deludono per niente la realtà, ma la migliorano; con i tempi che corrono è difficile trovare persone che possiedono un'anima così pura. I miei scaffali sono colmi di libri, ho sempre amato scrivere e sto cercando di costruire una "biblioteca personale"; ovviamente non potevano mancare i cinque romanzi scritti dal nostro adorato Alessandro.
L'incontro con il mitico prof rimarrà per sempre impresso nei miei ricordi ed è come se avessi trovato la chiave per aprire una porta invalicabile; non sono mai stata romantica, avevo persino smesso di credere nell'amore ma, grazie al nostro caro scrittore ed ai suoi libri, ho imparato che l'amore può salvarci la vita, ho scoperto nuovi orizzonti e sto ancora imparando a guardare il mondo con occhi diversi, cercando prospettive che prima ritenevo inesistenti.
Per concludere vorrei semplicemente consigliarvi di seguire sempre i vostri sogni e puntare in alto, senza farvi abbattere da persone che cercano di ostacolare le vostre aspirazioni: gli ostacoli si superano! Se possiamo sognare qualcosa, possiamo realizzarla; niente è impossibile.
"Ciò che sai amare rimane". Se volete seguirmi, fate pure! Buona giornata❤."

Vi lascio qui si seguito il link diretto dell'intervista svolta dallo zio di Paola, Salvatore Pappalardo, per la Gazzetta Siracusana.
INTERVISTA AD ALESSANDRO D'AVENIA

E voi? Cosa ne pensate del mitico Prof? Avete letto qualche suo romanzo? Lasciate qui sotto un commentino e fateci sapere.
Baci, Paola e Chiara.

venerdì 1 dicembre 2017

RECENSIONE "MONUMETS MEN" di Robert Edsel - #ADESSOSCRIVOIO

dicembre 01, 2017 0 Comments
Hello readers! Continua la rubrica #ADESSOSCRIVOIO. In cosa consiste? Bene, ho voluto dare la possibilità ai miei lettori e/o a chi vorrebbe aprire un blog di lettura e non sa come strutturarlo, di scrivere un articolo (recensione, ultime uscite etc...) che riguardi comunque sia il mondo dei libri. Agatino Zappalà ci parla, oggi, di "MONUMETS MEN"  di Robert Edsel.




“Trecentocinquanta valorosi, una guerra mondiale e un patrimonio artistico da salvare dalla ferocia nazista”.

«Se non saranno mie non saranno di nessun altro»
È ciò che confessò Hitler se avesse perso la seconda guerra mondiale.
Ma riferendosi a cosa?

Questo libro narra di una verità assoluta, che va ben oltre quanto conosciamo sul genocidio di massa ebraico. La cattiveria e l’arroganza di un uomo che voleva non solo impossessarsi delle vite delle persone, bensì anche dei ricordi storici che si racchiudevano dentro le gallerie dei musei più importanti d’Europa.Sì, Hitler voleva a tutti i costi i capolavori che l’Italia, la Francia e gli altri paesi europei possedevano.
L’obiettivo?
Costruire un museo che potesse ospitarle tutte. Ma qualcosa non andò secondo i suoi piani.
Difatti, il 19 marzo 1945, di fronte le forze alleate che si insediarono nella Germania nazista che Hitler emana tale disposizione che trattava la distruzione di tutte le opere trafugate che gli alleati stavano riprendendosi per restituirle ai legittimi collezionisti. Opere di Raffaello, Leonardo, Botticelli e Tiziano,sculture e dipinti da Michelangelo fino Picasso che rischiavano di non rivedere più gli sguardi dei loro ammiratori.
Furono quei valorosi americani, i Monuments Men, gli uomini della Monumenti (MFAA Monuments Fine Arts and Archives – “Monumenti, belle arti e archivi”),a cui oggi dobbiamo il bel sorriso della Monna Lisa ela tenerezza della “Madonna col bambino Gesù” di Michelangelo.
Furono uomini coraggiosi che con tenacia e amore per l’arte misero nel campo di battaglia la propria vita per preservarecentinaia di opere d’arte trafugate dalle fiamme dal decreto Nerone.
Proprio così, come Nerone, l’imperatore romano a cui fu attribuito nel 64 d.C. il devastante incendio che ridusse Roma in cenere.
(anche se fonti attendibili testimoniano che non era in città quando l’incendio scoppiò e che al suo arrivo fece di tutto per preservarla dalle fiamme).

Robert Edsel decise di scrive questo romanzo durante il suo soggiorno a Firenze, e chiedendosi come fecero a salvarsi tutte quelle meravigliose opere d’arte durante la seconda guerra mondiale indagò. Scopri che la città aveva affrontato il terrore dei bombardamenti tedeschi che distrussero quasi tutti i ponti che attraversano il fiume Arno. Soltanto un ponte non fu abbattuto. Il ponte vecchio. Quel corridoio sospeso sull’acqua al cui interno tutt’oggi si custodiscono i dipinti rinascimentali dei più importanti artisti italiani.
Hitler per quanto crudele fu, sapeva che ordinare la distruzione di quel ponte avrebbe comportato una perdita artistica che neanche lui sarebbe stato in grado di sopportare, così lo risparmiò.
Da qui iniziano una seria di lavori che permisero a Robert Edsel di scrive una magnifica storia strutturata in un racconto intenso e dinamico. Tanto coinvolgente che è difficile non affezionarsi ai personaggi che a distanza di chilometri e senza i giusti mezzi di comunicazione riescono a mettersi in contatto con i propri familiari tramite lettere che spesso non arrivavano a destinazione. Ognuno con la propria missione e in balia del proprio destino senza che qualcuno li difendesse.

Ciò che rende unico questo libro è sicuramente il carisma che la storia ci narra. Le foto originali dei dipinti trovati dopo mesi di ricerche nelle cave tedesche; malgrado qualcuna che all’arrivo degli alleati era già ridotte in cenere, ciò che restava visibile era il fumo che accecava gli occhi e seccava le gole e una targhetta tra tanti pezzi di legno carbonizzati che portava il nome di “Picasso”.
Per tutti quelli come me che amano l’arte e farebbero di tutto affinché nessuno potesse cancellarne nemmeno una pagina è un orgoglio sapere che al mondo ci siano stati uomini e donne che hanno combattuto e mentito per difendere tesori dal valore inestimabile.


Dopo aver letto queste poche righe dunque, spero che la curiosità vi porti dove io sono stato con la mente durante i momenti di lettura, e magari possiate tramandare quanto imparato sulla gente che è morta per salvare quel sorriso che il pennello di Leonardo era solito dipingere o il panneggio che lo scalpello di Michelangelo era solito scalfire.

-Agatino.


Sei un lettore, un emergente blogger o hai voglia di aprire un blog, ma vorresti fare gavetta? Manda un'email nel box "modulo di contatto" e sottoponici una recensione o articolo libresco. Se il tuo stile è conforme alle linee del blog saremo felici di pubblicare l'articolo e/o affidarti del materiale su cui lavorare. Vi aspettiamo.


LEGGI LA MIA INTERVISTA AD ANNA PREMOLI.

LEGGI LA MIA INTERVISTA AD ANNA PREMOLI.
Regina indiscussa del romance italiano.

INTERVISTA A JEANNE RYAN

INTERVISTA A JEANNE RYAN
AUTRICE DEL BESTSELLER NERVE

LEGGI LA MIA INTERVISTA AD ALESSIA GAZZOLA

LEGGI LA MIA INTERVISTA AD ALESSIA GAZZOLA
Autrice del romanzo da cui è stata tratta l'omonima e fortunata serie L'ALLIEVA

SE TI ACCORGESSI DI ME

SE TI ACCORGESSI DI ME
In pochi giorni il profilo di @Vicurious diventa super cliccato, tutti la vogliono, ma nessuno sa chi è. Sui social non si fa altro che parlare di lei e dei suoi #iotivedo.

INTERVISTA A MARTIN RUA

INTERVISTA A MARTIN RUA
Autore de "La profezia del libro perduto" un grande thriller (prophetiae saga) edito da Neton Compton

IL SOLE E' ANCHE UNA STELLA

IL SOLE E' ANCHE UNA STELLA
Ma si sa... GLI OPPOSTI SI ATTRAGGONO. Basta solo un istante, il più piccolo milionesimo di secondo... e la tua vita può cambiare.

IL CACCIATORE DI LIBRI PROIBITI

IL CACCIATORE DI LIBRI PROIBITI
"Il desiderio di esistere anche nei ricordi altrui, pensò Raphael. Il ciclo della fama, nell'eventuale mancanza di un vero paradiso. E di me, chi si ricorderà?" Un grande romanzo tra esoterismo e giallo,in uno scenario rinascimentale; un piccolo capolavoro.

CINEMA E SCI-FI

CINEMA E SCI-FI
I FILM FANTASCIENTIFICI CHE HANNO FATTO LA STORIA

A STRANGE PHOTO...

A STRANGE PHOTO...

A STRANGE PHOTO...

A STRANGE PHOTO...

A STRANGE PHOTO...

A STRANGE PHOTO...

Follow me @livingamongthebooks