NEWSLETTER

Lettori fissi- ISCRIVITI!

mercoledì 13 giugno 2018

# #intervista # BLOGTOUR

BLOGTOUR "IRON FLOWERS" - INTERVISTA A TRACY BANGHART



Buongiorno lettori! Ecco a voi l'ultima tappa del blogtour di IRON FLOWERS, il celebre romanzo di Tracy Banghart che ha conquistato il cuore di milioni di lettori!
Un fantasy imperdibile, romantico come The Selection. In un mondo governato dagli uomini, in cui le donne non hanno alcun diritto, due sorelle non potrebbero essere più diverse l’una dall’altra. Nomi è testarda e indisciplinata. Serina è gentile e romantica, e sin da piccola è stata istruita per essere un esempio di femminilità, eleganza e sottomissione. Sono queste le doti richieste per diventare una Grazia, una delle mogli dell’erede al trono. Ma il giorno in cui le ragazze si recano nella capitale del Regno, pronte a conoscere il loro futuro, accade qualcosa di inaspettato che cambierà per sempre le loro vite. Perché, contro ogni previsione, è proprio l’indomabile Nomi a essere scelta come compagna del principe, e non Serina. E mentre per Nomi inizia una vita a palazzo, tra sfarzo e pericolosi intrighi di corte, sua sorella, accusata di tradimento per aver mostrato di saper leggere, viene confinata sull’isola di Monte Rovina, un carcere di donne ribelli in cui, per sopravvivere, bisogna combattere e uccidere.

Vi anticipo già che c'è una sorpresina per voi... CURIOSI? Non vi resta che leggere l'intervista e sbirciare cosa abbiamo in serbo per voi a fine articolo!



INTERVISTA IN ITALIANO
1. Qual'è stata la tua fonte di ispirazione durante la stesura di Iron flowers?
Mi piace scrivere storie incentrate su personaggi femminili alla ricerca della loro indipendenza e della loro identità, che imparino a prendere il controllo delle proprie vite. Con IRON FLOWERS volevo esplorare quanto può essere diverso questo percorso per persone differenti per natura: Serina acquista sicurezza perché impara a sopravvivere, mentre Nomi si rende conto che non basta l’insoddisfazione per dare inizio al cambiamento. Quando ho scritto il romanzo vivevo alle Hawaii e il vulcano sulla Big Island mi ha ispirata: volevo assolutamente ambientare la mia storia su un’isola vulcanica!

2.I personaggi principali della storia sono due ragazze che proveranno a cambiare il loro destino. Credi nel potere femminile? Cosa pensi a riguardo?
Certo che credo nel girl power! Le donne sono ancora vittime di sessismo e misoginia, ovunque: sta a noi costringere il mondo a cambiare in meglio. Siamo forti, soprattutto quando rimaniamo unite.

3. Un pregio e un difetto di Serina e Nomi.
Ah, bella domanda! Credo che Serina sia troppo compiaciuta di sé ma anche che abbia una spina dorsale d’acciaio e la capacità di rialzarsi sempre, anche dopo il colpo più duro. Per quanto riguarda Nomi, penso sia troppo brusca e impulsiva ma anche che sia intelligente e molto, molto determinata.

4. Due buone ragioni per leggere "Iron flowers".
Tanto girl power. E un ballo in maschera!

5. Serina, accusata di tradimento per aver dimostrato di saper leggere, è condannata in una prigione/isola. Pensi che la lettura possa salvare le persone?
Assolutamente sì, sono convinta che la lettura sia una vera salvezza. Quando ero ragazzina ha salvato anche me! Potermi rifugiare in un libro quando ero spaventata, triste o annoiata, e trovare personaggi come me sulle pagine di un romanzo è stato molto importante per me. È ciò che mi ha spinta a diventare una scrittrice. Per questo penso che sia importante far uscire più libri con personaggi e storie diverse, perché tutti abbiano la possibilità di ritrovarsi sulle pagine di un libro. Può cambiarti la vita!

6. Quale lezione può darci la tua storia?
Prima di tutto spero che IRON FLOWERS porti divertimento ed emozione a chi lo legge. Spero che trasmetta a tutti il messaggio che quando le ragazze fanno le smorfiose o si ostacolano a vicenda, invece di collaborare, fanno il gioco della patriarchia. Quando ci sosteniamo a vicenda, invece, diventiamo molto più forti. Spero anche che faccia riflettere su come ci siano modi diversi di essere forti. Non devi necessariamente prendere qualcuno a pugni o disinnescare una bomba per essere un eroe: a volte per cambiare la vita di qualcuno bisogna lavorare sodo per imparare a fare bene qualcosa, essere gentili, tenere gli occhi aperti e denunciare le ingiustizie nel mondo.

7. Scriveresti libri di genere diverso? Per esempio horror e romanzi criminali?
Bella domanda... non lo so! Non ho niente in contrario a scrivere libri di altri generi, ma per ora sembra che mi vengano idee soprattutto per fantasy o fantascienza.

8. Se potessi descriverti con un libro quale sceglieresti?
Non so se il titolo mi descriva, ma On Fortune’s Wheel di Cynthia Voigt è stato il mio libro preferito quando ero ragazzina e credo che abbia influenzato molto il mio stile.

9. Qual'è il tuo posto preferito per leggere?
Amo leggere seduta all’ombra, all’aperto, nei giorni di sole. Quando vivevo alle Hawaii mi piaceva andare in spiaggia, sedermi all’ombra con un bel libro e ascoltare lo sciabordio delle onde. Non c’è niente di meglio!

10. Cosa rappresenta per te la scrittura? Raccontaci un po' di Tracy.
La scrittura per me è un modo di esplorare ciò che mi dispiace, mi turba, o mi rende felice. Ho scritto IRON FLOWERS perché ero infastidita dagli episodi di sessismo e misoginia che vedevo ogni giorno, e volevo scrivere la storia di ragazze capaci di sconfiggere questi atteggiamenti. Vedere Serina e Nomi che si facevano valere mi ha resa molto felice. Credo che scrivere, per me, sia un modo di prendere il controllo e affermare anche me stessa. 

Grazie di avermi chiesto questa intervista e per aver letto IRON FLOWERS. Spero che piaccia a te e ai tuoi lettori!



ENGLISH INTERVIEW

1.What is your source of inspiration during the writing of Iron flowers?

I love writing stories about female characters finding their own agency and learning to take control of their lives. With IRON FLOWERS, I wanted to explore how different this journey can look for different people: Serina gaining confidence in her ability to survive, and Nomi realizing that it takes more than dissatisfaction to stage a successful rebellion. Also, I was living in Hawaii while I wrote it and was so inspired by the volcano on the Big Island – I really wanted to write about a volcanic island!


2. The main characters of the story are two girls that will change their destiny. Do you believe in the female power? What do you think about this?
I do! I believe that women are still the victims of widespread sexism and misogyny, and that it’s up to us to force the world to change for the better. We are powerful, particularly when we work together.


3. A merit and a defect of Serina and Nomi.
Ooh. Good question. I think Serina is too complacent but also has a spine of steel and such an incredible resilience. For Nomi, I think she’s too rash and impulsive but also she’s smart and very, very determined.


4. Two good reasons to read "Iron flowers".
Lots of girl power. And a masquerade ball!


5. Serina, accused of treason for showed that she can read, is condemned in a prison/island. Do you think that reading could save people?
I absolutely think reading can save people. When I was a kid, reading saved my life. Being able to escape into a book when I was scared or upset or bored, seeing characters like me in the pages I read —reading was hugely important to me and the reason I became a writer. Which is why it’s so essential that we have more books with diverse characters and stories, so that everyone has a chance to see themselves and their experiences in the pages of a book. It can be life changing!


6.What lessons can give us your story?
Above all, I hope that readers of IRON FLOWERS are entertained and excited by the story. If they do take something away from it, hopefully it’s that girls being catty and competitive with each other, instead of working together, is just a way for the patriarchy to win. We’re all so much stronger when we support each other. And also, that there are different ways to be strong. You don’t have to be able to punch somebody or diffuse a bomb to be a hero—simply working hard to learn a new skill, or being kind to someone, or paying attention and calling out something you see that you know is wrong can make a difference in someone’s life.


7.Are you going to write books of different genres? For example, horror or crime stories?
I don’t know! That’s a good question. I’m not against writing other genres but for now most of my ideas seem to be fantasy or science fiction.


8.  If you could describe yourself with a book, what title would you say?
I’m not sure it really describes me, but On Fortune’s Wheel by Cynthia Voigt was my favorite book growing up and I think it influenced me a lot as a wrier.


9. What is your favorite place where read?
My favorite place to read is outside in the shade on a beautiful day. When I lived in Hawaii, I loved going to the beach, sitting in the shade with a good book, and listening to the waves crash. Really doesn’t get any better than that!


10.  What’s represent for you writing? Tell us a bit about Tracy.
For me, writing is often about exploring something that bothers me or something that makes me really, really happy. I wrote IRON FLOWERS because I was getting really annoyed by the daily sexism and misogyny I was seeing and wanted to write about girls overcoming that. And watching Serina and Nomi stand up for themselves made me really happy. I guess writing is sort of a way to take control and find my OWN agency. 


Thank you so much for inviting me to do this interview and for reading IRON FLOWERS. I hope you and your readers enjoy it!



Eccoci arrivati alla fine di questa meravigliosa intervista! Io adoro Tracy!
Bene... vi avevo parlato di una sorpresina....
IN PALIO CI SONO DUE COPIE CARTACEE (COPERTINA FLESSIBILE) DI IRON FLOWERS CHE CERCANO CASA!
Si, ma come partecipare???
  1. Iscriviti ai lettori fissi del blog.
  2. Lascia un commento riguardante la tappa.
  3. Seguimi su instagram @livingamongthebooks
IL GIVEAWAY SCADE GIORNO 16 GIUGNO, IL 17 CI SARA' L'ESTRAZIONE!
VI LASCIO I LINK DEGLI ALTRI BLOG PARTECIPANTI, COSI' POTETE ISCRIVERVI AI LORO BLOG E COMMENTARE LE LORO TAPPE!



16 commenti:

  1. Bella intervista, mi è piaciuta proprio! Ci vogliono sempre libri che trattano l'universo femminile, che parlino della forza delle donne e combattono la misoginia che ancora ci circonda!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia mail è maria.grazia.murgia@tiscali.it

      Elimina
  2. Ciao e grazie per la bellissima intervista. Quando si leggono le risposte delle autrici si comprendono meglio anche le dinamiche o le scelte adottate nelle storie. Mi è piaciuta parecchio. A presto.
    La mia email è Lisac.reader@gmail.com seguo come Lisa C. Ed instagram pure (_lisac._reader)

    RispondiElimina
  3. ah però continuo a ribadire il mio indirizzo per questo romanzo, non vedo l'ora di leggerlo, sta entusiasmando davvero tutti! bella tappa, ti ringrazio! ;)
    Luigi Dinardo
    luigi8421@yahoo.it

    RispondiElimina
  4. complimenti per l'intervista appassionata
    il momento dell'intervista fa sempre rivelare quel qualcosa di più sul libro
    entusiasmante!
    dilorenzomarianna07@gmail.com

    RispondiElimina
  5. Le interviste sono le cose che preferisco di più, ti danno l'opportunità di conoscere l'autore e il libro stesso. Per di più con molti autori mi ritrovo anche molto affine. Questa è una di quelle interviste pazzesche che mi piacciono. Non vedo davvero l'ora di leggere il libro.
    Lettori fissi: Salvatore Illiano
    Mail: salvatoreilliano95@hotmail.it
    Facebook :Salvatore illiano
    Instagram: Salvatoreilliano95

    RispondiElimina
  6. Quanta verità in poche parole: "un libro può salvarti la vita". È bello sapere che l'autore/autrice di un libro è prima di tutto un lettore, perché come tale sa il desiderio di noi lettori di immedesimarci nei personaggi e vivere e percepire noi stessi le emozioni che provano. Ogni persona che legge lo fa per vari motivi, ma tutti accomunano lo staccarsi dalla realtà, fare parte di un avventura che ci coinvolga appieno. Se io non leggessi, mi sentirei terribilmente vuota.

    L'autrice è una donna molto forte e tenace, perché non si è accontentata (come molte) dei diritti acquisiti dalla donna negli anni, ma ha continuato a denunciare i casi di sessismo e misoginia che continuano a presentarsi, sperando di aprire anche le mentalità più chiuse e far capire a tutti che: "ESSERE DONNA NON VUOL DIRE ESSERE INFERIORE".

    La mia mail è: carpinteri.emanuela@gmail.com
    Il mio Instagram è: carpinteri.emanuela

    RispondiElimina
  7. Wow! Che intervista meravigliosa... mi piace che l'autrice abbia dato come motivazione per leggere il suo romanzo quello che sia una storia GIRL POWER���� la mia mail è annamaria@retebk.com

    RispondiElimina
  8. Mi trovo d'accordordissimo su due cose con l'autrice..la prima leggere... il sognare tra i libri ..non finisce mai..neanche alla mia età..la seconda leggere...con le onde come sottofondo e la vista del mare ..non ha prezzo
    ti seguo qui come Isabella Mantovani su Fb e Instagram sono Beba Tag
    bebatag@gmail.com

    RispondiElimina
  9. È bello sapere cosa pensano gli autori. Leggendo un libro si può capire cosa passa per la testa degli scrittori ma avere un'intervista è molto più utile. La forza che l'autrice ha dato a queste donne è incoraggiante ed è d'ispirazione. Ha aumentato la voglia di leggere questo video.
    Grazie molte per questa intervista 😊

    (Ti seguo su instagram con il nome di saretta_vezzoli)

    RispondiElimina
  10. Attraverso quest' intervista sono riuscita a capire molto di più su questo bellissimo libro e non vedo l'ora di leggerlo. Non ho instagram ma ti seguo su facebook e nel blog come Amelia Ferrari. Il mio indirizzo e-mail è alexym.80@tiscali.it

    RispondiElimina
  11. Ciao Chiara! ^_^
    Ho letto con molto piacere la tua intervista, sia per le domande che hai posto all'autrice, sia per le risposte che ha dato l'autrice: leggere questa tua tappa è stato un po' come parlare direttamente con l'autrice, grazie per questa bella sensazione ^_^
    E' sempre bello scoprire quanto importante sia la scrittura per gli autori, quanto "mettano di loro stessi" in quello che scrivono e quale messaggio vogliano daree soprattutto... e W il Girl Power!! ;-)

    Partecipo come "Lara Milano" (seguo anche la pagina facebook del blog con lo stesso nome), la mia email è lamarama86@gmail.com (con cui sono iscritta al blog), e seguo anche via instagram, il mio account instagram è lara_milly_dancer

    RispondiElimina
  12. Ho trovato questa intervista molto bella e interessante. Sapere cosa ne pensano gli autori dei loro libri, dello scrivere e del leggere in generale è sempre bello. Grazie per l'opportunità che ci hai dato ☺️ ti seguo su instagram come booksadvice e mi sono iscritto con l'email questa email booksadvice99@gmail.com

    RispondiElimina
  13. Ciao, sono un autore emergente e prossimamente pubblicherò il mio primo libro. Mi sono appena iscritto al tuo blog e ho letto tutta l'intervista che ho trovato impeccabile. Mi piace sempre leggere interviste ad autrice o autori ed è stato molto piacevole leggere la tua. Complimenti davvero!
    La mia mail è federikobattisti@alice.it

    RispondiElimina
  14. Ciao! come tutto il resto del blogtour anche l'ultima tappa è stata bellissima! Siete stata tutte davvero bravissime e non vedo l'ora di leggere questo libro!
    La mia e-mail è fra.fra92@live.it

    RispondiElimina
  15. Adoro i balli in maschera! Lo leggerei solo per questo! E poi ci vuole proprio un po' di Girl of Power! Le interviste rendono le autrici persone più vicine a noi no?
    Partecipo al blogtour! Email nicolettamarasca88@gmail.com

    RispondiElimina

LEGGI LA MIA INTERVISTA AD ANNA PREMOLI.

LEGGI LA MIA INTERVISTA AD ANNA PREMOLI.
Regina indiscussa del romance italiano.

INTERVISTA A JEANNE RYAN

INTERVISTA A JEANNE RYAN
AUTRICE DEL BESTSELLER NERVE

INTERVISTA A MARTIN RUA

INTERVISTA A MARTIN RUA
Autore de "La profezia del libro perduto" un grande thriller (prophetiae saga) edito da Neton Compton

CINEMA E SCI-FI

CINEMA E SCI-FI
I FILM FANTASCIENTIFICI CHE HANNO FATTO LA STORIA

Follow me @livingamongthebooks