Lettori fissi- ISCRIVITI!

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

RECENSIONE "PAPER PRINCESS"- ERIN WATT

Cari readers, oggi finalmente andremo a parlare del tanto discusso "Paper Princess". Sperling & Kupfer, che devo dire ha fatto un vero e proprio affare, vi ricordo che Erin Watt non esiste. O perlomeno non è una persona fisica, bensì due. Erin Watt è lo pseudonimo di due autrici bestsellers americane di successo nel settore Young Adult, dopo qualche ricerca sono riuscita a scovare i loro nomi, Jen Frederick e Elle Kennedy, nota per il romanzo "Il contratto".
Ormai sta diventando una vera e propria "moda" leggere sotto l'ombrellone questo romanzo, tant'è che può essre definito uno dei libri dell'estate 2017. Edito da
Tolta questa piccola curiosità vi lascio qui la trama, consapevole che ormai molti di voi la sapranno a memoria.
"A diciassette anni, Ella Harper ha già imparato a sbrigarsela da sola. Sempre in fuga, dalle difficoltà economiche e dagli uomini sbagliati di sua madre, si è districata tra mille lavori per riuscire a far quadrare i conti, studiare e costruirsi un futuro migliore. Finché, un giorno, nella sua vita compare un certo Callum Royal. Distinto ma deciso, nel suo costoso abito di sartoria, dice di essere il migliore amico del padre, che lei non ha mai conosciuto, nonché il suo tutore legale. In quanto tale, sarà lui d'ora in poi a sostenere le spese per il suo mantenimento e la sua istruzione, a patto che Ella accetti di vivere con lui e i suoi cinque figli. Ella sa che il sogno che Callum Royal sta cercando di venderle è sottile come carta. Ed è diffidente e furiosa. Ma ancora di più lo sono i fratelli Royal. Easton, Gideon, Sawyer, Sebastian e... Reed. Magnetici e pericolosi, non mancano di farla sentire un'intrusa: lei non appartiene, e non apparterrà mai, alla loro famiglia. E a nulla valgono i tentativi pacificatori di Callum. Ella però non è certo il tipo che si lascia intimorire, e le scintille a casa Royal non tardano ad arrivare. Soprattutto dopo un bacio rubato, che innescherà un'inarrestabile spirale di rabbia, gelosia e desiderio. Per non scottarsi, Ella dovrà imparare presto le regole del gioco..."

Ecco la mia opinione a riguardo... anche se prima voglio specificare due punti.

  1. Non sono una fan di quei romanzi rosa in cui il protagonista è il bullo della scuola e lei è la santarellina di turno che riesce a cambiare lui in meglio con la forza del suo sentimento, e alla fine del romanzo lui sbandiera il suo amore ai quattro venti ed ecco l'happy ending, Si accasano, si sposano e fanno figli.
  2. Non sono una ragazza che deve necessariamente seguire la moda. Anche in fatto di libri non mi lascio trascinare dal bestseller del momento. Mi spiego meglio... Se nell'autunno 2017 andrà "di moda" leggere il romanzo "Tizio, Caio e Sempronio" ma già dalla trama non mi convince, non lo comprerò solo perchè ce l'hanno tutti e per seguire la massa anche io dirò che è uno splendido libro. 
Bene, così è successo con Paper Princess. Ormai di questo romanzo ne è pieno il web e addirittura al TG 5 hanno riservato un servizio per il libro. Il 99% dei lettori ne parlano benissimo e lasciandomi influenzare dai continui sondaggi "Team Easton" "Team Twins" e così via, mi sono decisa anche io ad andare il libreria e dare un'occhiata. La trama mi aveva già convinto, così l'ho acquistato.
Partiamo da Ella. Ho apprezzato la sua figura, poichè, come vi dicevo prima, non è la santarellina di turno, un'ingenua, insomma. Al contrario è una tipa tosta, con un forte carattere. Una ragazza che viene dalla strada, che all'insaputa di sua madre faceva tre lavori, compresa la spogliarellista di notte, per poter mantenere le spese e pagare le medicine che servivano alla mamma per poter guarire.

La vita di Ella viene completamente catapultata, quando sembrava di aver raggiunto una sorta di "equilibrio" nella sua vita, anche se così non si può definire, incontrando Callum Royal.
Miglior amico di suo padre, Steve, che Ella non ha mai potuto conoscere, la prenderà in affidamento, portandola a vivere nella sua residenza.
*Piccola nota per chi sostiene che non sia verosimile la storia, che Ella non possa andare con il primo che passa, vi ricordo che la protagonista è orfana, non ha alcun parente, vive in una casa da sola e che le forze dell'ordine venendo a conoscenza di ciò approvano la richiesta di Callum di diventare suo tutore (sotto richiesta del defunto amico Steve) il che è più che probabile dato che i Royal stanno bene economicamente e alla ragazza non mancherà nulla se andasse a vivere da loro.*
Un semplice motivo per leggere Paper Princess, beh sono proprio i Royal. Cinque fratelli tanto belli quanto dannati che renderanno l'esistenza di Ella, almeno all'inizio, un vero e proprio incubo. Sono loro che a scuola dettano le leggi con i loro "decreti Royal" ed hanno il controllo su tutto, ma a quanto pare non sulla vita di Ella che riesce ad opporsi e a fronteggiarli con una disinvoltura e forza pazzesca e proprio per questo la amo!
Per quanto riguarda la figura di Easton non sono ancora riuscita a decifrarlo, nell'episodio in cui si scusa con Ella per averle fatto spendere qualcosa come sette mila euro per risanare i suoi debiti (altrimenti gli sarebbe finita molto, ma molto male) ho intravisto tutta la sua dolcezza e bisogno di affetto, qualità che prima erano nascoste. Ma ho avuto l'impressione che Easton passasse un po' in secondo piano, quindi per dare un giudizio completo aspetterò Paper Prince.
Verso la fine del romanzo sicuramente ho apprezzato il fatto che i Royal mollassero un po' la presa.
Poi andiamo ad affrontare il capitolo Reed. Ho odiato quel ragazzo e lo odierò fino a quando non leggerò Paper Prince (che aspetto con ansia dalla Sperling) il motivo lo scoprirete voi, penso proprio che sarete d'accordo con me. In alcune parti ho fatto anche io il tifo per Reed, il fatto che riuscisse ad ammettere i propri sentimenti e a lasciarsi andare è stato fantastico.Si era creato una sorta di equilibrio tra Ella e Reed, una situazione di reciproco rispetto e bisogno, perchè come due calamite non riescono a stare lontani. Un'attrazione pericolosa perchè Reed è pur sempre un Royal e come dice Gideon loro porteranno le donne alla rovina. 
Risultati immagini per paper princessOgnuno dei fratelli Royal nasconde un segreto, conflitti non ancora superati che riguardano le esperienze passate, che li portano ad avere un atteggiamento aggressivo. Ma in fondo non puoi che non amarli, e so che in ognuna di voi sta uscendo fuori lo spirito da crocerossina per aiutare uno dei fratelli. Confermo assolutamente che questo è il romanzo dell'estate, una lettura piacevole, dallo stile scorrevole, che ti prende sin dall'inizio e che ti porterà a divorare il racconto. Sicuramente leggerò tutta la serie #Royal! Per un attimo mi è balenata in mente l'idea di un possibile film, credo che dovrebbero prenderla in considerazione perchè farebbero milioni e milioni di incassi, forse anche più. 
E voi? Avete già letto il libro? Quale team siete? Twins, Easton Gideon o Reed? Tuffatevi anche voi in questo coinvolgente e passionale romanzo, non ve ne pentirete.

Commenti

Post più popolari