Lettori fissi

Translate

Cerca nel blog

Dove compri i tuoi libri?

venerdì 16 giugno 2017

RECENSIONE DUOLOGIA L'ANELLO DI BEATRICE- CHIARA CIPOLLA


Cari readers, oggi vi parlo di una duologia romance "L'anello di Beatrice" di Chiara Cipolla. Ringrazio l'autrice per avermi spedito i libri. Purtroppo ho portato un po' di ritardo per questa recensione sia per gli impegni scolastici sia perchè ho preferito leggere anche il secondo libro prima di parlarvene.
Ecco la trama del primo romanzo:
Emma, ventisette anni, supplente di matematica, delusa dagli uomini, accetta a malincuore l’ennesimo appuntamento al buio organizzato dagli amici. E’ così che conosce l’affascinante ed eclettico Edward, professore di Storia Antica all’Università di Oxford, in Italia per lavoro. Non potrebbero essere più diversi: lei sogna il grande amore, quello che legge nei romanzi rosa; lui cerca solo avventure occasionali. Lei è carina, solare e sempre disponibile ad aiutare tutti. Lui è bellissimo, schivo e spesso allergico alle relazioni umane. Eppure l’attrazione che li lega è talmente forte, che li coinvolge fin dal primo incontro, e la passione li travolgerà come un treno in corsa. Ma quando tutto sembra ormai scritto, le ferite e i legami del passato di Edward si insinuano tra lui ed Emma e rischiano di spezzare quel rapporto unico che hanno creato insieme.
Fidatevi quando vi dico che questo libro deve essere assolutamente letto.

Partiamo dallo stile, fluido e piacevole, il susseguirsi di fatti e vicende importanti, rende il ritmo incalzante di modo da ritrovarsi catapultati direttamente all'ultima pagina.
Azzardo a dire che la tecnica usata da Chiara, sia per certi versi in linea con quella della McGuire.
Il profilo della protagonista, Emma, è piuttosto famigliare, in quanto rappresenta la ragazza che non riesce a trovare un uomo, e che si imbatte in un "bel figliuolo" detta proprio in gergo, e non si capacita del fatto che quest'ultimo possa darle delle attenzioni.
Accanto ad Emma troverete la figura di Gianluca, suo amico e confidente, che è un po' la voce della sua coscienza,una sorta di grillo parlante.

La storia tra Emma ed Edward all'inizio va a gonfie vele, Edward è l'unico uomo con il quale Emma si sente davvero libera e con cui riesca ad abbattere le sue barriere e il suo pudore. Insomma è l'unico uomo che ha davvero amato.
Dal canto suo Edward non si è mai impegnato seriamente con una donna poichè quest'ultime miravano solo alla sua ricchezza. Emma, al contrario, è pure, sincera e onesta, e sono queste le caratteristiche che Ed ama di lei.
Tutto procede a meraviglia, nel corso della storia ci saranno degli esami di coscienza da parte di Emma in quanto si sente in colpa per aver trascurato gli amici, ed aver saltato impegni, concerti e feste di compleanno a cui era stata invitata da suoi compagni. Il clou della storia arriva proprio nei capitoli finali del primo romanzo. Ed nasconde un segreto, che non vuole assolutamente svelare ad Emma, o almeno non subito. Andranno ad Oxford dai genitori di Edward che si rivelano non essere per niente alla mano. Ed verrà paragonato a dottor Jack e MR. Hyde, per via di una doppia personalità che si manifesterà proprio a causa di conflitti passati che ancora non è riuscito a superare.
Un grandissimo colpo di scena condizionerà la vita di ciascuno dei protagonisti, e da queste conseguenze prende avvio il secondo romanzo.
Purtroppo non posso farvi spoiler, però a grandi linee posso dirvi che è proprio nel secondo romanzo che scoprirete se la storia tra Edward ed Emma continuerà, entrambi vittime del fato e succubi del destino.
Personalmente sono molto soddisfatta dell'intreccio e di come si sia svolta la storia, con grande piacere ho notato che le mie previsioni sul secondo libro si sono avverate, tant'è che l'ho divorato in un giorno.
Credo che sia uno di quei romanzi da leggere assolutamente durante questa estate e non lo dico perchè mi sia stata spedita la duologia, ma perchè è una bella storia, scritta bene, curata nei minimi dettagli, soprattutto per quanto riguarda la descrizione dei personaggi e delle azioni. Questo racconto mi ha fatto riflettere sull'importanza che dovremmo dare ogni giorno alle persone care e come il TEMPO possa essere nel contempo il nostro miglior alleato, ma anche il nostro peggior nemico.
Ho tifato per Emma fino all'ultimo, adoro la sua figura, in quanto è una donna fragile ma allo stesso tempo forte, non è sicuramente una sprovveduta, ma se vuole riesce anche a fare a pugni con la vita.


Quindi cosa aspettate? Io non mi perderei questa storia d'amore. Chiara Cipolla ha davvero scritto un capolavoro ed ha bisogno di essere supportata! Fatemi sapere cosa ne pensate. Io amato davvero i protagonisti e sono sicura che anche voi volete conoscere il loro mondo.


0 commenti:

Posta un commento