venerdì 30 dicembre 2016

Hello readers! Tirando un po' le somme di questo 2016, ecco i miei 3 libri preferiti dell'anno.

UNO SPLENDIDO DISASTRO di Jamie McGuire.
 La storia di Abby e Travis mi ha fatto emozionare. Lei è un po' la ragazza in cui tutte ci rispecchiamo.. forte ma nello stesso tempo fragile. Travis ha anche lui un passato oscuro, ma riesce a cambiare per l'amore della sua vita, facendo di tutto per non perderla. Una storia tormentata, da leggere tutta d'un fiato. Un capolavoro editoriale, considerando il fatto che la McGuire dopo avere inviato da pochi giorni il suo romanzo ad alcune delle più importanti case editrici si è ritrovata sommersa da risposte da parte di quest'ultime.
Ammettetelo, tutte voi sognano un Travis. Direi il classico bello, ma dannato, che si innamora della ragazza che è l'esatto opposto della snob popolare di turno. Da leggere in cosa "Uno splendido sbaglio".


IL VOLO DEI GABBIANI di Ginevra Tomas.

Prima recensione postata sul blog ... Che dire … non un difetto, una frase fuori posto, ero praticamente incollata al libro. Appassionante, avvincente. Io ADORO Lucia. Rappresenta la ragazza educata, gentile, non egocentrica che non si rende conto della sua bellezza e del suo fascino, e questa cosa la rende deliziosa. Luca è un uomo fantastico, rispettoso, dedito alla famiglia. I vari personaggi, il papà di Lucia, il nonno, con le loro vicende, contribuiscono anche a far emergere aspetti impliciti delle vite dei protagonisti. Il modo in cui l’autrice ha descritto la storia è impeccabile, i momenti intimi raccontati sono scritti con un’eleganza e con uno stile tale da non farli sembrare volgari, anzi sono diventati magici. Mi ha toccato molto il passato della protagonista… una ragazza così giovane, con una forza d’animo disarmante, dopo tutto quello che ha dovuto affrontare. E’ una storia non convenzionale, unica ed originale, intensa ed appassionante.


IO PRIMA DI TE di Jojo Moyes.

A ventisei anni, Louisa Clark sta per perdere il lavoro e che, per la prima volta, tutte le sue certezze saranno messe in discussione. A trentacinque anni Will Traynor sa che il terribile incidente di cui è rimasto vittima e che l’ha inchiodato su una sedia rotelle gli ha tolto la voglia di vivere. Will, a parer mio, è sicuramente un personaggio dinamico. All’inizio è un po’ rude, prepotente e a volte anche presuntuoso. Grazie alla presenza di Louisa, finalmente, riesce a godersi il presente, a cogliere l’attimo. Nel momento in cui Clark, come ama chiamarla lui, sbarca nella casa dei Traynor, in quell’esatto istante, la loro vita muterà, e nessuno dei due se ne renderà conto. «Aspetta. Solo un attimo» «Stai bene?» «Non voglio ancora rientrare. Semplicemente … desidero essere un uomo che è stato a un concerto con una ragazza vestita di rosso. Solo per qualche istante ancora.» Secondo me queste battute posso riassumere il significato che Jojo Moyes voleva trasmetterci. Louisa ha bisogno di Will, e Will ha bisogno di Louisa. E se ne renderanno conto. Ma qualcosa si mette in mezzo a loro. La Dignitas. ( di cui io non sapevo nemmeno l’esitenza, prima di leggere il romanzo, non vi nascondo che poco tempo fa quando lessi un'articolo sulla rivista Panarona riguardante l'eutanasia e la Dignitas rimasi sconvolta). Una storia d’amore che vi lascerà senza fiato, che va oltre i confini fisici, oltre il sesso e qualsiasi altra cosa. Intensa e catturante, ipnotica. L’abilità della scrittrice sta anche nel fatto che arrivati alle ultime dieci pagine ancora vi domanderete … ma come finisce?

Ecco riassunti in breve i miei romanzi in classifica. Credo che più degli altri mi hanno lasciato un qualcosa. Dalla brevità della vita, a cogliere ogni attimo, a quanto la distanza possa giocare brutti scherzi. E i vostri libri del 2016 quali sono? Lasciate un commento qui sotto. :)

0 commenti:

Posta un commento

 

LIVING AMONG THE BOOKS PAGE Template by Ipietoon Cute Blog Design and Bukit Gambang